La logopedia è un ramo sanitario che si occupa della prevenzione, dell’educazione e della rieducazione della voce, della parola, della deglutizione, del linguaggio scritto e orale e della comunicazione in età evolutiva, adulta e geriatrica. Il logopedista è l’operatore sanitario esperto nella fisiopatologia della comunicazione e del linguaggio e nel trattamento dei disturbi organici e funzionali della deglutizione; come tale ha il compito di rieducare tali turbe al fine di portare il soggetto il più vicino possibile alla normalità, utilizzndo le metodiche e gli accorgimenti più adatti per ciascun caso.

LA DEGLUTIZIONE ATIPICA

La lingua svolge un ruolo fondamentale nel corretto sviluppo del sistema cranico-mandibolare (osso mascellare, mandibola, dentizione) e posturale.
La posizione linguale corretta prevede che essa si trovi appena al di sotto del palato duro, subito dietro gli incisivi superiori. L’impostazione dell’apparato deglutitorio avviene in età neonatale, durante la fase di allattamento al seno. È in tale fase, quindi, che si pongono le basi per una postura ed occlusione dentale corrette. Il meccanismo è semplice e istintivo: per succhiare il latte il neonato deve serrare fortemente le labbra al seno materno e con la lingua favorire il deflusso dell’alimento all’interno della bocca mediante il movimento della lingua che viene portata sulla parte alta del palato duro.

Le forze meccaniche che vengono così ad agire su ossa e denti sono di due tipi: dall’interno la lingua esercita una spinta in fuori e in avanti, favorendo l’espansione del palato, dall’esterno i muscoli delle labbra contrastano tali forze, equilibrando lo sviluppo della struttura ossea e dentale. Attualmente l’allattamento al seno è sempre più sostituito dall’allattamento artificiale con biberon. Questo implica un diverso meccanismo di suzione da parte del neonato sia nel movimento delle labbra che della lingua. Le labbra non hanno più necessità di serrare fortemente e la lingua deve posizionarsi più in basso per frenare il deflusso del latte. L’impostazione di questa posizione linguale e labiale sbagliata conduce ad un errato sviluppo anatomico dell’apparato orale.

La spinta della lingua non si dirige più verso il palato ma sui denti, con relativi danni:

punto-elenco-02  Mancata espansione del palato duro (Palato Ristretto o Ogivale);

punto-elenco-02  Alterato sviluppo dentale, a causa della spinta incessante e potente della lingua che non trova contrasto neppure nei muscoli orbicolari delle labbra, (rimasti deboli).

Viene così impostata la cosiddetta DEGLUTIZIONE ATIPICA o VIZIATA che ha importanti ripercussioni locali e generali:

punto-elenco-02  Alterato sviluppo cranio-mandibolare (specie di mandibola e mascellare superiore);

punto-elenco-02  Scorretto sviluppo e posizionamento dentale (morso aperto, denti anteriori che “sventagliano in avanti”, ritardo nell’eruzione dentaria, ecc.);

punto-elenco-02  Perturbazioni posturali: la lingua infatti non è un muscolo a se stante ma rientra in quel complesso di muscoli che compone la CATENA MUSCOLARE LINGUALE.

Il mal funzionamento della lingua si ripercuote su tutta la catena determinando l’assetto posturale tipico di soggetti con deglutizione atipica:
testa e tronco protesi in avanti con aumento delle curve cervico-dorso-lombari, ventre prominente ecc. Fondamentale diventa quindi la rieducazione della lingua e della deglutizione attraverso le tecniche e gli esercizi della TERAPIA MIOFUNZIONALE (Metodo Garliner), metodica utilizzata in LOGOPEDIA.

PROFESSIONISTA DI RIFERIMENTO
giovanna_roio

DOTT.SSA MARIA GIOVANNA ROIO

Logopedista